GIORNATA DELL’UNITÀ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE – COMMEMORAZIONI NEL COMUNE DI TREIA

In occasione della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, venerdì 8 novembre l’Amministrazione comunale di Treia ha svolto una serie di cerimonie commemorative – a Treia, Passo Treia e Chiesanuova – per ricordare militari e civili caduti durante la Grande Guerra e in ogni altro conflitto bellico e militare.

La mattinata è iniziata nel Capoluogo, presso il Monumento dei Caduti a fianco alla Piazza della Repubblica, in presenza delle Autorità civili e militari, dei Consiglieri e degli Assessori comunali. Dopo i saluti formali della Dirigente scolastica Angela Fiorillo, il Vicesindaco David Buschittari ha proceduto alla deposizione della corona d’alloro, manifestando sentita riconoscenza alle Forze Armate, il cui valore risiede non solo nel rispetto del rischioso dovere militare assunto, ma anche nel delicato impegno civile che consente di mantenere la sicurezza e la pace tra i cittadini. Subito dopo, di fronte alla lapide dedicata a don Pacifico Arcangeli, ha ricordato il cappellano treiese, medaglia d’oro al valor militare, caduto durante la Prima guerra mondiale sul monte Grappa.
Discorso e deposizione della corona di alloro sono stati ripetuti presso il Monumento dei Caduti delle frazioni di Passo Treia e Chiesanuova, anche qui alla presenza delle Autorità, dei rappresentanti delle Associazioni e degli studenti di alcune classi primarie e secondarie di primo grado del Comune.
Un momento importante è stato dedicato proprio agli studenti, chiamati al microfono a dare un loro piccolo contributo. Il loro coinvolgimento è stato particolarmente incoraggiato, affinché fin da giovanissimi siano coscienti del valore della libertà di cui oggi beneficiano, frutto del sacrificio di tanti loro predecessori; un momento edificante per prendere coscienza della memoria storica e dell’identità nazionale.

Contenuto inserito il 12/11/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità