NUOVO FINANZIAMENTO PER IMPLEMENTARE LA VIDEOSORVEGLIANZA

Undici nuove telecamere di videosorveglianza per il comune di Treia che diventa sempre più sicuro, aggiungendosi alle 70 già presenti sul territorio comunale. La città ha ottenuto un finanziamento dal Ministero dell’Interno per il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza destinato a sostenere l’Amministrazione comunale per l’acquisto di ulteriori telecamere per la videoripresa delle principali arterie stradali e delle zone sensibili del territorio, come giardini e aree pubbliche a maggior frequentazione. Le 11 telecamere, di cui 5 di lettura targhe e 6 per la videoripresa di contesto, andranno ad aggiungersi alle 70 già installate, per un totale di 81 punti di rilevamento per il monitoraggio del territorio. La tecnologia è una risposta concreta al bisogno sociale fortemente sentito, consentendo di accrescere la sicurezza dei cittadini. Il sistema degli “occhi vigili” ha permesso di conseguire ottimi risultati alle forze di polizia operanti sul territorio, con un lavoro sinergico, concreto e proficuo: tracciare i percorsi delle auto attenzionate, ottimizzare l’azione di contrasto con azioni collaborative tra la Polizia Locale e la locale stazione dei Carabinieri, significativo è il dato dei transiti registrati nell’ultima settimana: circa 41.173, rilevati dalla postazione presa a riferimento statistico. Elevato anche il numero dei veicoli controllati nell’ambito dei servizi operativi della Polizia locale: da gennaio a oggi sono stati sanzionati 217 veicoli transitanti con revisione scaduta e sono stati sequestrati 5 veicoli per omessa copertura assicurativa. I controlli ordinari della polizia locale con l’ausilio dei sistemi di videoripresa hanno portato all’ accertamento anche di truffe assicurative ai danni di un automobilista dell’entroterra maceratese e risultati di indiscussa utilità nella ricostruzione dei sinistri stradali: è di questi giorni la notizia dell’ identificazione da parte della polizia locale del responsabile di un sinistro causato da conducente di un autoarticolato con patente revocata, dopo aver accertato la falsità delle dichiarazioni di chi, estraneo ai fatti e con l’intenzione di coprire l’effettivo responsabile, si è dichiarato conducente del mezzo. “Grazie al controllo attivo e attento del territorio, reso possibile anche attraverso la videosorveglianza, si posso o contrastare con maggiore facilità fenomeni di illegalità rendendo il nostro territorio più sicuro – ha detto il sindaco Franco Capponi – Abbiamo onorato il “patto per la sicurezza urbana” firmato con la Prefettura di Macerata, che ha introdotto un metodo di lavoro e di condivisione di scelte e obiettivi mettendo tutti gli attori e le istituzioni intorno allo stesso tavolo. Continueremo a investire attuando forme di cooperazione tra istituzioni e forze dell’ordine, ottimizzando le risorse di bilancio e quelle umane: abbiamo ottenuto anche un finanziamento ministeriale di 11mila euro  per l’attuazione del Progetto “Responsabilmente giovani-uniti contro le dipendenze”, con l’intenzione di intensificare servizi di prossimità della polizia locale, concentrando l’azione di controllo ai luoghi di aggregazione e di ritrovo e attuando campagne specifiche  di sensibilizzazione  e formazione nelle scuole”.

Contenuto inserito il 29/04/2022
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità