PREMIO LETTERARIO “DOLORES PRATO – CITTA’ DI TREIA”: svelata l’opera vincitrice della prima edizione

All’interno del Teatro storico di Treia, in un’atmosfera di trepidante attesa, nella serata di domenica 4 settembre, è stata svelata e premiata direttamente dal primo cittadino Franco Capponi, l’opera vincitrice della prima edizione del Premio Letterario “Dolores Prato – Città di Treia”.

Il romanzo “Cuore di furia” di Romana Petri, edito da Marsilio Editori, ha vinto la prima edizione del Premio Letterario intitolato a Dolores Prato, convincendo una giura tecnica composta da scrittori, giornalisti e professionisti del settore letterario e culturale: Anna Bardazzi, Fabrizio Catalano, Francesca Chiappa, Marta Perego, Yari Selvetella, Simonetta Sciandivasci, Lucia Tancredi.

La premiazione, intervenuta nell’ambito della serata conclusiva del Festival Letterario “Giù La Piazza”, organizzato dall’Associazione culturale Ev ed anch’esso alla prima edizione, ha visto presenti le 5 finaliste le quali, rispondendo alle domande dei componenti della giuria tecnica, hanno avuto occasione di presentarsi e di raccontare le loro storie ed i loro romanzi: “Ciò che nel silenzio non tace”, edito da Einaudi e scritto da Martina Merletti, “L’impero della polvere” edito da La Nave di Teseo e scritto da Francesca Manfredi, “Nina sull’argine”, edito da Minimum fax e scritto da Veronica Galletta e “L’estate che resta”, edito da Guanda e scritto da Giulia Baldelli, opere molto diverse tra loro, eppure rappresentative di un fermento letterario che guarda, con particolare interesse, ai temi del rapporto con le proprie origini. Presente in sala anche gran parte della giuria popolare, composta da lettrici forti del territorio, che hanno accolto l’iniziativa con entusiasmo ed hanno portato a termine il loro compito con passione e dedizione, consegnando alla giuria tecnica una cinquina finalista di altissimo livello. Il premio, dedicato a Dolores Prato nel 130° anniversario dalla sua nascita, oltre ad omaggiare e ricordare una delle più importanti penne del ‘900, eredità preziosa per la Città di Treia, ha voluto puntare i riflettori sulla scrittura delle donne, esprimendo una declinazione al femminile molto apprezzata anche dal pubblico.

Pensato dall’Amministrazione comunale di Treia, in collaborazione con la giornalista Lucrezia Sarnari, al Premio letterario hanno potuto concorrere, infatti, le opere di narrativa italiana prodotte da scrittrici e pubblicate per la prima volta nel periodo 1° marzo 2019 – 31 marzo 2022. Molti i ringraziamenti spesi dal Sindaco Franco Capponi e dalla curatrice del Premio Lucrezia Sarnari: oltre alle scrittrici, finaliste e non, protagoniste e linfa dell’evento, la giuria popolare, la giuria tecnica, l’Ufficio Cultura del Comune di Treia, l’Associazione culturale Ev e, infine, tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa in veste di spettatori.

Un format di successo, dunque, per la Città di Treia che ci dà appuntamento alla prossima edizione.

 

 

 

 

Contenuto inserito il 06/09/2022
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità