RIAPERTA LA CIRCONVALLAZIONE DEL CENTRO STORICO DOPO SEI MESI DI LAVORI

Questa mattina con una piccola cerimonia il sindaco Franco Capponi insieme alla Giunta ha inaugurato il tratto di strada intorno alle mura castellane che torna a disposizione della città dopo i lavori realizzati in sei mesi per una spesa di oltre 400mila euro (403.286,34) finanziati per metà dall’Ordinanza del Commissario Straordinario per la Ricostruzione Giovanni Legnini e per l’altra metà dal bilancio comunale.
Un intervento importante di riparazione dai danni con consolidamento e restauro delle mura e l’installazione di barriera di ritenuta stradale laterale che rendono nuovamente transitabile quel tratto di strada, pericolante dopo le scosse dell’autunno del 2016 che avevano costretto inizialmente a mutare la viabilità poi a chiuderla al traffico negli ultimi sei mesi per consentire i lavori.

I lavori di consolidamento delle mura castellane di Treia, danneggiate dal sisma del 2016 nel tratto di viale Unità d’Italia, sono tornate in tutto il loro splendore e nuovamente transitabili in quel tratto di strada con un intervento capace di restituire alla comunità una delle parti più caratteristiche della città. L’intervento di riparazione dai danni ha previsto anche l’installazione di barriera di ritenuta stradale laterale ed è consistito sostanzialmente nella messa in sicurezza del tratto stradale di Viale Unità d’Italia mediante un insieme sistematico di opere necessarie al consolidamento e al restauro di una porzione delle mura nonché da una serie di opere necessarie all’installazione di barriere di ritenuta stradale laterale lungo tutto il tratto stradale che va dall’uscita di porta Vallessacco fino all’incrocio di Viale Unità d’Italia con la strada di Borgo Vittorio Veneto (in corrispondenza delle fonti storiche).
“E’ così ripristinata la viabilità tradizionale e superiamo le limitazioni del traffico – ha detto il sindaco Franco Capponi – Modifiche che all’inizio hanno potuto causare qualche disagio, ma che sono state dovute e necessarie perché quel tratto era diventato purtroppo inagibile e pericolante, ma dopo l’intervento messo in atto sarà restituita una parte della città valorizzata da un punto di vista estetico e soprattutto migliorata dal punto di vista della sicurezza stradale”.

Contenuto inserito il 21/05/2022
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità